/ FORMAZIONE PROFESSIONALE: BONUS DISABILI PREVISTO DALLA REGIONE CAMPANIA
Benvenuto Ospite. Oggi è venerdì, 12 agosto 2022

FORMAZIONE PROFESSIONALE: BONUS DISABILI PREVISTO DALLA REGIONE CAMPANIA


06-04-2022 - Bonus disabili Campania 2022: cos’è, come funziona, domanda

Carissimi,

vi comunico che è possibile presentare la domanda alla regione
Campania per i voucher della formazione.
potete essere supportati nelle operazioni di presentazione della
domanda presso la nostra segreteria dal lunedì al giovedì dalle 10:30
alle 12:30 oppure il lunedì e mercoledì dalle ore 15:30 alle 16:30.


Gli interessati che vorranno frequentare il corso di addetto alle
pubbliche relazioni oppure al tele marketing, devono presentare
apposita istanza, per essere inseriti in graduatoria, che sarà
assoggettata secondo il criterio della ricezione cronologica.


Di sotto vi riporto la guida per il cosiddetto Bonus disabili Campania
2022: cos’è, come funziona, domanda.


con cordialità


Il Presidente

avv. Cannavale Giulia Antonella



Bonus disabili Campania 2022: cos’è, come funziona, domanda



La guida completa sul bonus disabili previsto dalla Regione Campania per il 2022. Ecco come funziona, come presentare domanda e tutte le informazioni utili




Parte il bonus disabili Campania, il nuovo voucher destinato alle
persone con disabilità residenti in Regione spendibile in Percorsi
Formativi Accessibili.


Il buono ha un valore pari a 3.500 euro e serve per rimborsare,
integralmente o parzialmente, le spese di iscrizione ai corsi di
formazione previsti all’interno del Catalogo PFA della Regione
Campania.
In questa guida vi spieghiamo come funziona il Bonus Disabili
istituito dalla Regione Campania, a chi spetta e come presentare
domanda.


COS’È IL BONUS DISABILI CAMPANIA 2022
Il bonus disabili Campania è un voucher, del valore massimo di 3.500
euro, destinato a persone con disabilità, quale contributo per il
rimborso totale o parziale delle spese di iscrizione a Percorsi
Formativi Accessibili (PFA). Il richiedente può fare domanda e
beneficiare di un unico buono per un solo percorso formativo.
La misura è stata approvata con Deliberazione della Giunta Regionale
n. 80 del 22 febbraio 2022 e la dotazione finanziaria disponibile
ammonta a 2 milioni di euro.


A CHI SPETTA IL BONUS DISABILI CAMPANIA
Possono presentare domanda per l’assegnazione di un voucher le persone
che, alla data di presentazione della domanda, rispettano i seguenti
requisiti:
aver compiuto i 18 anni di età;
essere residenti in un comune della Regione Campania;
se cittadini non comunitari, essere in possesso di regolare permesso
di soggiorno;
essere soggetti con disabilità, ai sensi dell’articolo 1 della Legge
68 del 1999;
essere disoccupati, inoccupati od inattivi ai sensi della normativa vigente;
avere assolto l’obbligo di istruzione;
essere iscritti al Centro per l’impiego territorialmente competente
situato in Regione Campania (iscrizione non richiesta per gli
inattivi).
I requisiti sopra indicati costituiscono condizione di ammissibilità e
devono essere tutti posseduti alla data di presentazione della domanda
di partecipazione.


IMPORTO DEL BONUS
L’importo massimo finanziabile per ciascun voucher formativo è pari a
3.500 euro. Importo che sarà spendibile per il rimborso totale o
parziale delle sole spese di iscrizione alla tipologia di percorso
formativo prescelto. Il richiedente può fare domanda e beneficiare di
un unico voucher formativo per un solo percorso formativo.


CORSI RIMBORSABILI
Più precisamente, le sole spese rimborsabili sono quelle di iscrizione
ad una delle tipologie di percorsi formativi inseriti nel Catalogo
regionale PFA che potete leggere in
target="_blank">questa pagina


Si tratta di una vasta gamma di iniziative raggruppante nelle seguenti
macro-categorie:


percorsi formativi a titolarità regionale (si veda qui), finalizzati,
ai sensi della DGR n. 242 del 2013 e seguenti, al rilascio di
qualifica professionale, sulla base del Repertorio Regionale Titoli e
Qualificazioni della Regione Campania (ex DGR n. 223 del 2014),
relativamente ai profili di cui al citato Catalogo PFA;
percorsi formativi a titolarità del Ministero del Lavoro, realizzati
ai sensi dell’articolo 2, comma 7 e seguenti della Legge n. 113 del
1985 e dalla Circolare n. 10 del 2005, finalizzati alla formazione e
promozione dell’inserimento lavorativo dei soggetti con disabilità, ai
sensi della Legge 68 del 1999, relativamente ai profili del Catalogo
PFA.
Entrambe le tipologie di percorso prevedono l’accesso a corsi di
formazione strutturati ed articolati in maniera flessibile, con
strumenti e modalità didattiche ed organizzative che favoriscano
l’accessibilità delle persone con disabilità, aumentandone le
opportunità di partecipazione e di inserimento socio-lavorativo. È
inoltre, prevista la presenza, in correlazione alla tipologia di
svantaggio fisico, mentale, uditivo ed intellettivo, di figure di
tutoraggio ed accompagnamento.


COME FUNZIONA IL BONUS DISABILI CAMPANIA
Il bonus disabili Campania viene erogato come contributo per
partecipare al percorso formativo. La fruizione del voucher è
incompatibile con altri contributi provenienti da soggetti pubblici o
privati finalizzati alla copertura anche parziale del costo di
iscrizione al corso. Nella pratica, i contributi saranno riconosciuti
fino ad esaurimento delle risorse finanziarie disponibili e la Regione
Campania sarà il soggetto responsabile delle procedure di ricezione,
valutazione e controllo delle istanze.


COME PRESENTARE DOMANDA
È possibile inviare la domanda per ottenere il buono esclusivamente
tramite la piattaforma regionale della Campania a partire dalle ore
9,00 del 29 marzo 2022 ed entro le ore 17,00 del 2 maggio 2022. Ma
attenzione, l’istanza di partecipazione potrà essere presentata solo
con procedura telematica e non è ammissibili l’inoltro in forma
cartacea. Ma vediamo quali sono i passaggi necessari.


1) COMPILAZIONE DELLA DOMANDA
I soggetti in possesso dei requisiti dovranno accedere tramite il
proprio SPID in questa pagina e la domanda dovrà essere compilata
obbligatoriamente, in ciascuna delle parti di cui si compone, tramite
la piattaforma. Una volta completata, il sistema consentirà di
generare la domanda, secondo questo modulo, che dovrà essere firmata
digitalmente e caricata in piattaforma. Se il richiedente non è in
possesso di firma digitale, la domanda dovrà essere stampata,
sottoscritta con firma autografa, in forma estesa e leggibile, e
quindi caricata a sistema.


2) ALLEGATI ALLA DOMANDA
L’istanza, oltre all’atto di impegno e alla comunicazione di inizio
attività, dovrà essere corredata a pena di esclusione dalla seguente
documentazione:

copia della certificazione medica attestante la condizione di disabilità;

certificazione ISEE in corso di validità;

copia leggibile del documento di identità, in corso di validità;

permesso di soggiorno per i cittadini non comunitari.

Tutti i documenti allegati devono essere firmati digitalmente o in
alternativa essere in formato PDF e sottoscritti con firma autografa,
in forma estesa e leggibile, e non soggetta ad autenticazione, da
parte del richiedente o del tutore. La domanda è resa nella forma di
dichiarazione sostitutiva di certificazione/atto di notorietà ai sensi
degli articoli 46 e 47 del DPR n. 445 del 2000 ed è soggetta alla
responsabilità anche penale di cui agli articoli 75 e 76 dello stesso
in caso di dichiarazioni mendaci.


3) DOMANDE AMMISSIBILI
Le domande saranno ritenute ammissibili, a pena di esclusione, se
rispettano le seguenti condizioni:

a) presentate da soggetto che si trovi nelle condizioni previste dal bando;
riferite alla tipologia di percorsi del Catalogo PFA;
riferite ad un contributo massimo di 3.500 euro;

b) trasmesse entro i termini e secondo le modalità del bando.


Le domande saranno finanziate in ragione del valore ISEE come da
relativa certificazione in corso di validità che dovrà essere allegata
alla domanda di partecipazione, dando priorità ai soggetti con reddito
più basso, fino ad esaurimento dei fondi disponibili. A parità di
valore ISEE sarà data precedenza al richiedente più giovane.


I provvedimenti dirigenziali riportanti gli esiti istruttori, saranno
pubblicati sul sito della Regione Campania in questa sezione.


MODALITÀ DI EROGAZIONE DEL BONUS
L’erogazione del voucher avverrà in un’unica soluzione a saldo, a
conclusione del percorso, a condizione che il destinatario abbia
frequentato almeno l’80% delle ore previste e abbia conseguito il
relativo titolo. L’erogazione potrà essere effettuata all’esito
positivo delle verifiche effettuate dal Team di Controllo di primo
livello, istituito ai sensi del Regolamento (UE) n. 1303/2013, sulla
documentazione trasmessa, mediante accredito su conto corrente
intestato o cointestato al destinatario del voucher. In alternativa
può essere erogato tramite delega alla riscossione al soggetto
erogante l’attività formativa (capofila dell’ATS).


Ai fini dell’erogazione del voucher, entro 15 giorni dalla conclusione
del percorso formativo, il destinatario dovrà trasmettere, attraverso
la piattaforma di registrazione delle istanze di partecipazione, la
seguente documentazione:

a) richiesta di rimborso, specificando la modalità di pagamento prescelta;

b) dichiarazione sottoscritta dal soggetto erogante l’attività formativa
(capofila dell’ATS) che il destinatario del voucher ha frequentato
almeno l’80% delle ore previste del corso ed ha conseguito il titolo
finale;

c) copia conforme del registro di presenza debitamente compilato e sottoscritto.


Non saranno rimborsate le somme relative a pagamenti effettuati in
contanti. Nel caso di richiesta di accredito sul proprio conto
corrente, il destinatario dovrà allegare, i seguenti ulteriori
documenti:

d) fattura o altro documento contabile dal valore probatorio equipollente
emesso dall’ente erogatore del corso e intestato al destinatario del
percorso, debitamente quietanzato e riportante la dicitura “POR FSE
2014-2020 – Voucher per la partecipazione a percorsi formativi
accessibili Asse II Obiettivo Specifico 7”;

e) estratto conto del destinatario o documentazione che attesti
l’avvenuto pagamento al soggetto erogatore della formazione. Sono
ritenuti ammissibili i pagamenti effettuati a norma di legge tramite,
quali bonifico, MAV, vaglia o bollettino postale, assegno bancario.

f) Non saranno rimborsate le somme relative a pagamenti effettuati in
contanti.


BANDO REGIONE CAMPANIA VOUCHER DISABILI
Se volete avere informazioni tecniche e specifiche sul bonus disabili
Campania, vi consigliamo di leggere anche il testo integrale del
target="_blank">bando


 




 
UNIVoC di Caserta © 2013   -   Sede legale e operativa: via Lupoli 40 - 81100 Caserta
tel: 0823 355762 - m@il: univocce @ univoc.org - PEC univocce @ pec.univoc.org - C.F. 0093021780619
 
   Online          1 logo contatore Totali          75492